Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo

L’UNESCO prepara strumenti e progetti didattici per promuovere la cooperazione internazionale tra le scuole ed introdurre nel curriculum scolastico l’educazione al Patrimonio Mondiale, per favorire lo sviluppo e il senso di appartenenza ad una cittadinanza mondiale, per sollecitare forme attive di protezione del Patrimonio Mondiale naturale e culturale.
Nel portale del World Heritage Centre sono pubblicati informazioni su iniziative e progetti in corso ed i materiali tematici a disposizione.

► L’educazione al patrimonio culturale in Italia

Il patrimonio culturale rappresenta un elemento fondamentale per stimolare i processi di costruzione dell’identità dell’individuo e rafforzare il senso di appartenenza alle comunità di riferimento. A tale proposito, la Direzione Generale Educazione e Ricerca del MiBACT predispone annualmente, d’intesa con il Consiglio superiore dei Beni culturali e paesaggistici, un Piano nazionale per l’educazione al patrimonio culturale. Strumento di indirizzo che definisce gli obiettivi dell’educazione al patrimonio nell’ambito della didattica scolastica, e non solo, quali parte integrante di un sistema di educazione interdisciplinare in grado di coinvolgere pluralità di soggetti nella gestione e salvaguardia dei luoghi della cultura.

In accordo con quanto previsto dal I Piano nazionale per l’educazione al patrimonio culturale (dicembre 2015) una particolare attenzione è stata riservata all’alternanza scuola lavoro ed è stato recentemente pubblicato Il ‘Portolano per l’alternanza scuola –lavoro nei luoghi della cultura”

Nell’ambito della Direzione Generale Educazione e Ricerca opera Il Centro per i servizi educativi del museo per promuovere la crescita e il potenziamento di un sistema educativo condiviso e partecipato, in applicazione della Raccomandazione R (98)5 del Consiglio d’Europa agli Stati membri. Il Sed supporta la Direzione Generale nel coordinamento della Rete nazionale dei Servizi educativi del MiBACT nelle attività di educazione, formazione, comunicazione, divulgazione e promozione del patrimonio culturale, anche in relazione al Patrimonio Unesco.

► Il Centro per i servizi educativi del museo e del territorio

Il patrimonio culturale rappresenta un elemento fondamentale per affermare la dimensione culturale degli individui, stimolare i processi di costruzione dell’identità e rafforzare il senso di appartenenza alla comunità di riferimento. Il Centro per i servizi educativi è un servizio del Mibact con il compito istituzionale di sostenere la diffusione della conoscenza del patrimonio culturale mediante azioni didattiche destinate in particolare al mondo della scuola; consolidare la fruizione, la ricerca e la promozione nell’ambito dei beni e dei luoghi culturali; sostenere le attività dei servizi educativi statali presenti sul territorio, diffondendone e promuovendone le esperienze formative.

A dicembre 2015 il Centro ha pubblicato il Piano nazionale per l’educazione al patrimonio culturale, uno strumento di sintesi e di indirizzo che definisce il concetto e gli obiettivi dell’educazione al patrimonio culturale e si propone di incentivare la realizzazione nell’ambito della didattica scolastica di progetti interdisciplinari incentrati sul patrimonio, allo scopo di stimolare negli alunni i processi di costruzione dell’identità e rafforzare il senso di appartenenza alla comunità di riferimento.

► Comitato Giovani della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO

Oltre trecento giovani tra i 20 e i 35 anni, fra cui studenti, ricercatori, artisti, professionisti, manager e imprenditori: sono l’anima del Comitato giovani della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO. Costituitosi nel 2015, il Comitato Giovani ha l’obiettivo di supportare le attività della Commissione nel campo dell’educazione, della scienza, della cultura e della comunicazione.

Il Comitato, presieduto da Paolo Petrocelli, ha una struttura centrale costituita da Board nazionale, Board esecutivo, Coordinamento Progetti Nazionali e Territoriali, e una diramazione periferica in tutte le regioni di Italia, divisa in team guidati dai Rappresentanti regionali.

Il Comitato Giovani si prefigge di supportare le attività della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO nel campo dell’educazione, della scienza, della cultura e della comunicazione, promuovendone progetti, valori e priorità nelle comunità locali, attraverso la ricerca della partecipazione attiva di giovani e della società civile in iniziative ed eventi di rilevanza nazionale.

► Il World Heritage Education Programme

Il World Heritage Education Programme, iniziato nel 1994 come progetto speciale dell’UNESCO, propone attività educative e strumenti didattici con l’obiettivo di promuovere il coinvolgimento delle giovani generazioni nella tutela del Patrimonio Mondiale. Partecipando a tali attività, i giovani diventano più consapevoli delle minacce che incombono sul Patrimonio Mondiale, imparano a cooperare per salvaguardare il nostro patrimonio comune, e si preparano ad essere veri protagonisti del proprio futuro.

Nel portale del World Heritage Education Centre sono pubblicate informazioni relative alle iniziative e progetti in corso:

  • World Heritage in Young Hands: il kit dedicato agli insegnanti approfondire in classe i temi legati alla conoscenza del Patrimonio Mondiale;
  • World Heritage Youth Forum: informazioni su come partecipare ai forum internazionali dedicati ai giovani;
  • World Heritage Volunteers: Come partecipare ai campi di volontariato che si tengono ogni anno in tutto il mondo;
  • Patrimonito’s World Heritage Adventuries: i cartoni animati che hanno come protagonista Patrimonito.

►Chi è Patrimonito?

Patrimonito è la piccola mascotte del Patrimonio Mondiale. Il suo nome in spagnolo significa “piccolo patrimonio”; il personaggio nasce nel 1995 dall’idea di un gruppo di studenti di lingua spagnola impegnati in un workshop nell’ambito del primo Forum del Patrimonio Mondiale della Gioventù, tenutosi a Bergen in Norvegia. Il personaggio ha come punto di partenza l’emblema dell’UNESCO che coniuga il quadrato centrale, come simbolo di ciò che è opera dell’uomo, con il cerchio che rappresenta la natura, entrambi strettamente connessi. Patrimonito rappresenta un giovane guardiano del Patrimonio in grado di coinvolgere e guidare le nuove generazioni alla cura e tutela ed è stato ampiamente adottato come mascotte internazionale del Programma di Educazione al Patrimonio Mondiale.

► Il mondo di Mauro & Lisi

Una saga per ragazzi ambientata nei siti del Patrimonio Mondiale, ideata dalla scrittrice Diletta Nicastro. Mauro Cavalieri, un giovane ispettore dell’UNESCO, deve fronteggiare i pericoli che minacciano il nostro Patrimoni e proteggere i siti UNESCO in ogni parte del mondo. La serie ha ottenuto il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO.